Intervista con i componenti del gruppo Facebook “GROUPON: PROBLEMI E DENUNCE”


Come già segnalato in un altro post, per tutti colori che hanno dei problemi con i coupon di Groupon un consiglio è di fare riferimento a gruppi già attivi come quelli su FaceBook “GROUPON: PROBLEMI E DENUNCE”.

A tal proposito abbiamo intervistato alcuni componenti, fondatori e coordinatori del gruppo.

Quando e perché è nata la vostra iniziativa?

L’iniziativa di creare il gruppo GROUPON: PROBLEMI E DENUNCE è nata circa 1 mese fa, sono incappato anch’io nell’acquisto di un iPhone con Groupon (era il mio primo acquisto con loro) ma dopo 1 mese d’attesa qualcosa non mi tornava, credo di potermi considerare un esperto di acquisti on-line visto che acquisto ormai da tantissimi anni un po’ di tutto su internet utilizzando innumerevoli negozi ed acquistando anche all’estero senza mai un problema perché comunque cerco di essere accorto e di valutare bene sia l’esercente che il tipo d’offerta…. con Groupon purtroppo ci sono cascato.

Trascorsi 30 giorni ho iniziato a guardarmi in giro genericamente su internet e ho trovato tante persone in difficoltà così ho incominciato a inondare di richieste di rimborso Groupon e contemporaneamente avviando presso il mio istituto di credito una procedura di rimborso. Tempo 1 settimana e Groupon mi ha restituito i soldi nella speranza, credo, che tutto finisse li.

Invece è partita l’iniziativa del gruppo su Facebook proprio per aiutare e consigliare tutte quelle persone in difficoltà che non sanno come avere i propri acquisti o perlomeno rientrare in possesso dei soldi spesi.

Quali sono gli strumenti più utili a difesa dei consumatori dei siti di social shopping?

Ovviamente chiedere il rimborso a Groupon quando i tempi si allungano è la prima cosa da fare, l’arma in più che si ha a disposizione e che in pochi conoscono è quella di aprire una procedura di rimborso presso la propria carta di credito; in genere si hanno 60 giorni di tempo per chi ha pagato con carta e 45 giorni per chi ha pagato tramite Paypal. Questa procedura non sostituisce la richiesta di rimborso da fare a Groupon ma va affiancata e ci può tutelare con un rimborso diretto della carta nel caso Groupon non risponde.

Questo per gli acquisti di oggetti, nel caso di acquisto di servizi (ristoranti, hotel, centri estetici, ecc.) la cosa importante è non far scadere i mesi di validità del buono (in genere 6) e quando ci si accorge che non si riuscirà ad usufruire del servizio perchè l’esercente non da disponibilità scrivere subito a Groupon possibilmente tramite raccomandata o posta certificata (PEC) chiedendo il rimborso.

Attenzione che molte volte Groupon propone un rimborso sotto forma di buono da spendere sempre con loro….. assolutamente no!! Il rimborso, visto che dipende da cause loro, deve essere effettuato con la restituzione dei soldi sulla propria carta di credito.

Quali consigli dai a chi sta pensando di effettuare acquisti con un coupon?

Il consiglio più grosso è quello di pensarci bene, se non volete acquistare un oggetto che probabilmente vi arriverà fra 2 o 3 mesi ed il cui prezzo ormai sarà inevitabilmente sceso anche da altre parti forse è meglio guardare altrove.

Sui servizi state attenti, se vedete prezzi troppo bassi diffidate, se vedete un numero esagerato di coupon venduti diffidate perché difficilmente riusciranno a servirvi e soprattutto evitate i coupon che toccano in prima persona la salute (dentisti, plastiche ricostruttive ed anche visite per i tumori) rivolgetevi fuori dai servizi Groupon per queste cose.

E a chi invece sta pensando di diventare partner di questi siti?

So che le venditrici di Groupon sono molto convincenti, se voi volete mettere in vendita 50 coupon vi diranno di fare 150 tanto non verranno mai venduti. E poi, come è successo ad un hotel, i coupon venduti alla fine diventano 900 loro vi diranno di non preoccuparvi perché quelli in più che non potrete gestire verranno rimborsati direttamente da loro…. peccato che per molto tempo sarete invasi da chiamate e mail, che non riuscirete più a lavorare e che il vostro nome specialmente su internet verrà irrimediabilmente rovinato perché per i clienti il “furbo” sarete voi che avete venduto di più per guadagnarci.

Ci puoi raccontare qualche esperienza di disservizio che ti ha “impressionato” più di altre.

Tantissimi ed alcuni sistematici come ad esempio il fatto che gli acquisti arrivano sempre senza fattura (valida per la garanzia). C’è da iniziare una nuova lotta con Groupon che vi rimbalzerà all’esercente per ottenerla e quando vi arriverà, scoprirete che è retrodatata di 1/2 mesi.

Molto comune è la pratica di dire che la merce è stata spedita e comunicare un numero di spedizione che poi risulta assolutamente inesistente oppure ancora alla richiesta di rimborso sentirsi dire che non è possibile perché la merce è in spedizione e comunque dopo un paio di settimane non arriva nulla.

Recentissima è stata la vendita di coupon per “Natale” quindi da considerarsi regali che dovevano arrivare prima del 25….. centinaia di persone hanno acquistato l’ormai tristemente famosa macchinina elettrica per i loro bimbi che ovviamente non è ancora arrivata adesso.

Quale tipologia di offerta è più a “rischio”?

La maggior parte delle lamentele e delle richieste d’aiuto arrivano per l’acquisto di oggetti perché il più delle volte è la tipologia più costosa (parliamo anche di 500/600 euro contro magari i 40 euro della cena o i 20 del parrucchiere), le lamentele sono anche per i servizi ma in maniera minore.

Quali sono le ultime iniziative che state portando avanti come gruppo?

Grazie ad una suddivisione di compiti abbiamo iniziato “monitorare” le pagine FaceBook di Groupon (comprese quelle delle singole città) in modo da portare il nostro aiuto direttamente dove scrivono gli acquirenti; molto importante è stato l’articolo contro Groupon uscito sul “Corriere della Sera” a firma di Grazia Maria Mottola a cui abbiamo collaborato attivamente come gruppo e che ha portato a circa 1.000 gli iscritti, infine stiamo organizzando un invio collettivo di messaggi a “Striscia la Notizia” e al “Le Iene” in modo da richiamare la loro attenzione nella speranza di un servizio a livello nazionale.

Segui Il Grouponista su FaceBook

Annunci

2 risposte a “Intervista con i componenti del gruppo Facebook “GROUPON: PROBLEMI E DENUNCE”

  1. Pingback: Groupon a Striscia la notizia: le giustificazioni che non convincono… | Il Grouponista Ignaro

  2. ciao sono giuseppe.
    Ho letto il tuo interessante articolo, molto bello e si vede che sei esperto.

    Ma devo dire sei un po’ TRUFFALDINO, si perche dai il seguente consiglio:
    apri la procedura di rimborso x la carta di creditop o pay pal, ed in contemporanea chiedi il rimborso a groupon che ti restituisce i soldi.

    allora delle due l’una!
    o sei un cialtrone o dai i consigli giusti.
    o ti prendi i soldi e sei a posto. oppure evita di creare disagi alle aziende.
    Certamente mi dirai che faccio parte di Groupon, ma ti assicuro che non c’entro nulla anzi ho fatto acquisti e non mi e arrivato il prodotto e mi hanno rimborsato.

    Percui il cliente se ha delle anomalie, chiede il rimborso oppure ottiene il servizio.
    La sua perversione mentale e immorale.
    sia onesto e guardi in viso le persone, che abbimo bisogno di Uomini onesti nel mondo , non dei nani come te.

    cordiali saluti
    giuseppe

Lascia un Commento o un Opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...