Chi si lamenta gode?…


Come direbbe Maccio Capatonda: ESISTONO STORIE CHE ESISTONO, ed infatti, ci troviamo a raccontare un seguito alla favola del natale passato.

Le macchinine elettriche, la reputazione dei locali che cala su Yelp, Samsung Galaxy SII che non arrivano mai ma ti aggiornano il loro status su Facebook, un overbooking selvaggio  a cui nemmeno Bear Grills sarebbe in grado di sopravvivere, la saga che ci narra Groupon è sempre più ricca.

E sì, dopo la primavera araba sembra che si stia montando l’inverno couponista. i ragazzi del gruppo “Problemi e denunce”, anche se erano fuggiti via dalla favola dell’iPhone e dalle macchinine elettriche, hanno deciso lo scorso dicembre di dare una mano ai tutti coloro che, a differenza loro, ancora hanno problemi da risolvere.

Su pagina Facebook che hanno creato, è convogliato un movimento a cui si aggiungono sempre più utenti che si sentono, per esser gentili, “trattati male” dal gruppo di Chicago. Le lamentele e le pessime opinioni sulla società americana non si contano, le pagine sui problemi aumentano e abbracciano trasversalmente tutti i servizi di daily deals.

Un concetto si diffonde sui Couponisti Indignati: l’uonione fa la forza!

Ma ecco, la mossa (forse per calmare le acque?) dello squalo più grande del social shopping, Groupon, che viene loro in contro contattando direttamente i membri del gruppo. E si presentano con un pacco, un altro direte voi, e che c… no questo vuole essere un vero dono. Un cadeau esclusivo!

Infatti, il dono di regalo di natale in ritardo è un form in una pagina DEDICATA ESCLUSIVAMENTE AGLI ISCRITTI DEL GRUPPO.

Groupon si è, infatti, impegnata FORMALMENTE, a risolvere con la massima urgenza entro il 30 gennaio 2012 tutti i problemi degli iscritti al gruppo. Questo Form sarà attivo SOLAMENTE sino alle ore 24.00 del 16/01/2012 ragion per cui Fabrizio ha chiesto ai membri del gruppo di farlo il prima possibile.

Inoltre, Groupon ha fatto sapere che, essendo consapevoli dei disguidi che hanno recato intendendo chiudere quella che, loro chiamano, “spiacevole parentesi” attuando un piano strategico finalizzato a migliorare il servizio. Dicendo che:

  • Abbiamo implementato un attento sistema di controllo sui Partner e sui prodotti venduti onde evitare spiacevoli sorprese legate ad autorizzazioni, marchi, brand, brevetti;
  • Abbiamo deciso di centralizzare tutte le spedizione a partire dal mese di Gennaio 2012 in modo da avere il pieno controllo sulla merce spedita;
  • Abbiamo già dato mandato al nostro Consulente Legale di analizzare le situazioni pendenti nei confronti dei Partner poco affidabili.

Da quel che sembra dopo aver compilato il form non si hanno cambiamenti sostanziali. Forse è ancora presto e vogliamo sperare, sempre positivo e che le situazioni spiacevoli, sia per i clienti che per i partner di questo gruppo, vengano risolte e non ricapitino più a nessuno.

Però c’è da chiedersi perché dare questa possibilità solo agli iscritti al gruppo?

Anche se si può pensa che intasare questo servizio possa creare problemi, esso risulta inverosimile se si pensa che si ha a che fare con una società la cui percentuale degli investimenti in marketing supera il 90% del  fatturato.

Con tali investimenti perché Groupon non ha un servizio di assistenza telefonica e telematica, non diciamo perfetto ma almeno che sia DAVVERO d’aiuto a tutti e che non dia segni di vita solamente prima di arrivare ad un punto di rottura totale?

Chiedere di “lasciare in pace” la pagina UFFICIALE di Facebook, come hanno chiesto ai membri del gruppo, in questo contesto non suona come una mossa di marketing d’infimo livello atto ad evitare che il buzz TOTALMENTE NEGATIVO nei suoi confronti perda forza piuttosto che a cambiare comportamento?

Anche noi aspettiamo di vedere che succederà alla dead line di fine gennaio rimanendo vigili e continuando a raccogliere le segnalazioni di tutti coloro che non hanno risolto i loro problemi, sperando che queste favole possano avere un lieto fine per TUTTI.

Segui Il Grouponista su FaceBook

Annunci

5 risposte a “Chi si lamenta gode?…

  1. Pingback: Alcune domande a Groupon (Prima parte) | Il Grouponista Ignaro

  2. Pingback: Alcune domande a Groupon (Terza parte) | Il Grouponista Ignaro

  3. Pingback: La lettera di Groupon a Fabrizio Gallina | Il Grouponista Ignaro

  4. Pingback: Striscia il coupon… e porta i nostri soldi chissà dove | Il Grouponista Ignaro

  5. Pingback: Groupon in Cina: una strada non affatto facile | Il Grouponista Ignaro

Lascia un Commento o un Opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...