Groupalia il servizio che sfida Groupon e il Movimento Consumatori


Se finora abbiamo messo in evidenza soprattutto le mancanze di Groupon piuttosto dei competitor era per mera comodità sotto più punti di vista. Infatti, come leader del settore ha più utenti, ha più deal e quindi più scontenti, ma ciò non deve in alcun modo far passare l’idea che il gruppo di Chicago sia il male mentre i suoi rivali siano il bene.

Il modello di business alla base è lo stesso: alle volte possono cambiare, in minima parte i margini di profitto ma non i problemi per utenti e partner.

Non a caso, dopo la creazione della pagina Groupon: Problemi e denunce, sul social network in blu sono apparse sempre più pagine che cercano di accogliere gli utenti in difficoltà con ogni servizio, da LetsBonus a Groupalia (si segnala al riguardo la pagina Per tutti quelli che aspettano le risposte da Groupalia con oltre 200 iscritti in pochi giorni).

Quest’ultimo, nato in Spagna, è il secondo nel nostro paese per numero d’iscritti, e si rileva un degno rivale della società americana sia per quanto riguarda il volume d’affari che i disservizi.

Merce che non arriva, coupon che scadono con l’impossibilità oggettiva di essere spesi e il classico servizio clienti assente che cerca solo di frustrare il cliente, sono solamente alcuni dei numerosi problemi che i suoi utenti hanno.

Vorrei però sottolineare, i meriti, forse solo per adesso, in esclusiva del gruppo nato a Barcellona:

1) Ha diffuso un nuovo termine per dire: “Ti abbiamo solato. Attendere prego…per farsene una ragione!” Ovviamente è spagnolo come loro ed è CADUCADO. EXPIRED. SCADUTO. Se qualcuno effettuando un ordine legge questa parola deve rassegnarsi. Dovrà faticare, non poco, per ottenere un rimborso.

2)Ultimamente, come hanno segnalato su facebook, stanno vendendo detersivi e profilattici! Ora, capiamo che forse la Chiesa ci abbia messo lo zampino sui profilattici: dati i loro tempi di consegna, le coppie o praticheranno l’astinenza o creeranno più figli, ma i detersivi, no!?!

Vi vogliamo bene, lasciate in pace i detersivi, non è che se ho le mutande sporche posso aspettare tre o quattro mesi per lavarle. Avete stretto per caso un patto con lo sporco più ostinato che non vuole morire?

3)Ha già in atto una diffida da parte del Movimento Consumatori sin dal mese di novembre passato. Ovviamente i motivi sono quelli descritti prima e si accumulano di giorno in giorno nei post pubblicati sulla pagina di coloro che attendono risposte da Groupalia.

Gli utenti di questa pagina, dopo aver organizzato il secondo G-Day, successivo a quello del gruppo di Fabrizio Gallina, stanno sondando il terreno per azioni collettive aderendo alle vie legali, dando anche il via ad azioni di guerriglia 2.0 spontanee, evidenziando le proprie opinioni in rete come i commenti sui servizi marketta postati in giro.

Guerriglia marketing spontaneo antiGroupalia

4)Il numero di telefono di assistenza è 199! Oltre a non rispondere del tutto, se non con risposte inconcludenti che irritano e fanno solo perdere tempo, gli spagnoli non si sono voluti far mancare nulla, neanche un’assistenza tutta a spese dei clienti: il 199 è un numero a pagamento.

Credevamo che Groupon fosse il massimo in “efficienza” in questo settore ma evidentemente a Barcellona eccellono anche in questo oltre che nel calcio. Forse, aspettano anche loro il…mattone d’oro, per il rifila pacchi più bravo al mondo?

5)Il numero impressionate di società dietro i loro acquisti? A tuttora, non si capisce se abbia tra di essa qualcuna direttamente collegata, secondo il modello delle scatole cinesi.

Una cosa però, è certa, Groupares, fantomatica società milanese di spedizioni di proprietà di Luca Matteo Galimberti, sembra esistere solo ed esclusivamente in funzione loro e sembra essere sempre causa di problemi e ritardi.

Qualcuno sa qualcosa di più su di lei e il suo proprietario? Facebook e LinkedIn non danno dei risultati su di lui. Sarà anche lui un fantasma come gli oggetti acquistati con un coupon?

Noi, solidarizzando pienamente con tutte le vittime dei coupon, e continuiamo a chiedere le risposte a troppe domande inascoltate sulla effettiva sostenibilità di un modello di business che, pur crescendo senza sosta, sembra scontentare in ogni sua variante e a ogni latitudine, consumatori e partner commerciali.

Segui Il Grouponista su FaceBook

Annunci

Una risposta a “Groupalia il servizio che sfida Groupon e il Movimento Consumatori

  1. Se solo potessi averli a 4occhi!!!!!!!!!

Lascia un Commento o un Opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...